LAVORO

Sei in >> lavoro
  • La lettera di presentazione, è uno strumento da utilizzare per l’invio del curriculum vitae.
    Può essere cartacea oppure digitale -mail

E’ importante ricordare che:

  • trasmette informazioni utili alla persona che effettua la selezione (in merito alla tua professionalità o a particolari caratteristiche)
  • mette in evidenza alcune caratteristiche prima di quelle che emergeranno dalla lettura del CV
  • incuriosisce e richiama l’attenzione su alcuni contenuti del CV
  • dà un’idea della tua personalità (cosa che non emerge dal contenuto del CV)
  • fornisce motivazioni per farti convocare a un colloquio di lavoro.

Consiglio per scriverla:

  • impostazione generale
    E’ quella di una lettera professionale con in alto a destra indirizzo dell’azienda, nome e cognome del destinatario (c.a. Responsabile Selezione) o dell’ufficio del personale.
    In alto a sinistra si scrivono i tuoi dati: nome e cognome, indirizzo, telefono, email
  • Stile
    Scrivi in prima persona , in modo semplice e scorrevole
  • Lunghezza
    La lettera deve spiegare e chiarire in poche righe (sei/sette al massimo) il motivo per cui ti dovrebbero convocare a un colloquio e il valore aggiunto che porteresti all’azienda con la tua esperienza professionale
  • Oggetto
    Sotto l’intestazione, in grassetto, riporta l’oggetto della lettera, con il riferimento alla posizione per cui ti candidi o l’eventuale codice dell’annuncio a cui rispondi
  • Contenuto
    Dimostra di conoscere l’azienda, ma non utilizzare frasi adulatorie ed esagerazioni.
    Nella parte centrale inserisci il contenuto della lettera, articolato in:
    chi sei, perché stai scrivendo, perché dovrebbero selezionarti
  • Saluti
    Chiudi la lettera con una breve frase di ringraziamento e con i saluti
  • Firma

Lettera in formato digitale

  • corrisponde al testo dell’email con cui si spedisce il CV
  • è più sintetica di quella cartacea
  • usa un linguaggio simile al linguaggio web (frasi corte, evidenza l’essenziale, utilizza i grassetti).
Errori da evitare
  • fai attenzione a non commettere errori di ortografia e battitura. Per verificarne i contenuti, può essere utile farla rileggere con attenzione a un’altra persona e usare un controllo ortografico del programma di scrittura
  • evita espressioni colorite (ad esempio: “Nell’eccitante attesa di un Vostro riscontro”)
  • non salutare in maniera troppo informale (ad esempio: “Vi saluto con affetto”), meglio usare una frase tipo  “In attesa di un cortese riscontro colgo l’occasione per porgere cordiali saluti”.